i monti Sibillini

I Monti Sibillini sono un massiccio montuoso dell'Appennino umbro-marchigiano fondamentalmente costituito da rocce calcaree. E’ il quarto gruppo montuoso dell'Appennino continentale per altezza, dopo il Gran Sasso, la Maiella ed il Velino-Sirente. Le cime superano abbondantemente i 2.000m di altitudine e la sua vetta principale, il monte Vettore 2.476mt. Il gruppo è caratterizzato da un sistema di dorsali posizionate da NO/SE, e può essere facilmente suddiviso in tre sottogruppi, costituiti da numerose vette con altitudini importanti:
Il settore Settentrionale va dalla Val d’Ambro - Infernaccio fino alla valle del Fiastrone e include numerose vette importanti come:
monte Priora (Regina) 2332mt, Pizzo Berro 2259mt, Monte Bove Sud 2169mt, Monte Bove Nord 2112mt, Monte Rotondo 2102mt, Pizzo Tre Vescovi 2090mt, Monte Bicco 2052mt, Croce di Monte Rotondo 1926mt, Croce di Monte Bove 1905mt e Monte Pietralata 1888mt.
Il settore Centro-Meridionale include le montagne maggiori del gruppo, oltre alla vetta principale monte Vettore 2.476mt, troviamo altre vette di maggior interesse altimetrico, come:
Cima del Redentore (Scoglio del Lago) 2449mt, Cima del Lago 2422mt, Pizzo del Diavolo 2410mt, Punta di Prato Pulito 2373mt, Cima dell'Osservatorio (Palazzaccio) 2350mt, Cima di Pretare (Il Pizzo) 2281mt, Quarto San Lorenzo 2247mt, Monte Porche 2233mt, Cima Vallelunga 2221mt, Monte Argentella 2200mt, Monte Sibilla 2173mt, Palazzo Borghese 2145mt, Monte Torrone 2117mt, Cima di Vallinfante 2113mt, Monte Banditello 1873mt e Monte Prata 1850mt.
Il settore Sud-Occidentale comprende numerose cime alte tra i 1600 e i 1900mt, con la massima elevazione sul Monte Lieto alto 1944mt. Sebbene non ci siano montagne rilevanti a livello altimetrico, in questo settore sono presenti alcune formazioni geologiche tra le più interessanti, come i Piani di Castelluccio.

 
Maurizio Cianfarani - trekking2000