i monti Ernici

I Monti Ernici fanno parte della catena montuosa dell’Appennino abruzzese-laziale, si estende in direzione Nord-Ovest/Sud-Est ed è delimita le valli dei fiumi Aniene, Liri, Cosa e Sacco. Costituiscono il confine naturale tra il Lazio e Abruzzo con versanti molto più dolci nella parte laziale e più ripidi in quello abruzzese. Le cime sono alte mediamente 2000 metri, la più alta è quella del monte Passeggio (2064mt), seguito dal monte Pizzo Deta (2041mt) la montagna simbolo della catena stessa con la sua affascinante vetta a forma piramidale (se vista dal versante della valle Roveto, e una vetta senza nome che io chiamo anticima di monte Passeggio (2023mt). Le altre vette in ordine di grandezza sono monte Fragara (2006mt), monte Pratillo (2007mt), monte Ginepro (2004mt) che costituiscono il Gruppo Pratelle - Prato di Campoli, poco più a sud troviamo le vette di Serra Comune (1854mt) e Serra Alta (1720mt). La parte settentrionale della catena comprende l’altipiano di Campo Catino (1800m) che si presenta più continuo nei crinali formando un'unica lunga dorsale che culmina con il monte Crepacuore (1997mt). Le altre vette sono: Pozzotello (1995mt), monte La Monna (1952mt), monte Fanfilli (1952mt), monte Vermicaio (1948mt), monte Agnello (1912mt), monte Ortara (1900mt) e monte Rotonaria (1750 mt).

monte Agnello invernale
monte Brecciaro
monte Crepacuore
monte Fanfilli
monte Fragara
monte Ginepro
monte La Monna
monte Ortara
monte Passeggio
monte Pozzotello
monte Pratillo
monte Rotonaria
monte Vermicano invernale
Peschio delle Cornacchie
Pizzo Deta
Pizzo Deta Peschimacello
Serra Alta
vado delle Cornacchie
anticima di monte Passeggio
Zompo lo Schioppo
Maurizio Cianfarani - trekking2000